1998
INTRATTENIMENTO POETICO

La quarta raccolta è il primo tentativo di creare un libro che non si limitasse ad essere letto e sfogliato. Questa volta affianco foto in Bianco e Nero di particolari espressivi perché , non dimentichiamolo mai, dietro lo sguardo c'è la nostra nudità.
Le poesie risentono ancora dell'influsso puramente malinconico legato alle raccolte precedenti ,ma i barlumi di una prima evoluzione (più estetica che grammaticale) iniziano ad insinuarsi tra le vecchie radici ed il desiderio di ricostruzione: un limbo nel quale poeticamente mi "intrattengo" in attesa di nuove ispirazioni. Un osservatore.

La lettura è spezzata da mini esperimenti tra poesia e narrativa, piccole storie incentrate sulle emozioni del vuoto sull'indifferenza al dolore.
La scelta del titolo e dei colori esprimono il voler "razionalizzare" gli impulsi per metter ordine tra i pensieri dirompenti.

" Certo ,la vera poesia si presenta innanzi tutto a noi nella sua segretezza. E' sempre accaduto così. Più giungiamo a trasferire la nostra emozione e la novità delle nostre visioni nei vacaboli, e più i vocaboli giungono a velarsid'una musica che sarà la prima rivelazione della loro profondità poetica oltre ogni limite di significato"
"Soltanto la poesia - l'ho imparato terribilmente, lo so - la poesia sola può recuperare l'uomo, persino quando ogni occhio s'accorge, per l'accumularsi delle disgrazie, che la natura domina la ragione e che l'uomo è molto meno regolato dalla propria opera che non sia alla mercé dell' Elemento"   Giuseppe Ungaretti , Ragioni d'una vita

MUTO RIFLESSO
2 Febbraio 1998

Ritraggo vuoti d'anima
nell'oriente incarnato
tra i sassi di pioggia
feriti di buio

affogo inerme
ascoltando la cima 
del mondo
come fosse il mio
silenzio

laconici tremori

CONCETTO PRIMORDIALE
24 Marzo 1998

In un lembo
pre-esistente
origlio l'eterno
mormogliar di sé

 

DANNATO RITORNO
classica poesia d'amore
14 Luglio 1998

Stasera
come ieri
ti ho dinnanzi
con lo stesso colore d'aria
con quelle parole unte di blu
      
   Non c'è tempo
   che inganni 
   questa dannata passione
   che sinuosa turba l'amato dolore

   C'è una luna d'olio
   e un cuore notturno
   su questo giacere inorridito

Stasera
in questo manto di spie
rintano
pago d'averti pianto
tra le fitte più crude
malate d'aprile

CANNIBALI
21 Maggio 1997

E' il gusto agrodolce
che percuote
l'invana sensazione
del futile danzare

VESTITO D'ARIA
12 Luglio 1998

Una nuvola concava
s'ascolta
su questo principio
coperto d'acquario
e anima
la mia sonnambula agonia
nell'infinita malattia
d'universo

L'UOMO DECAPITATO DAL TEMPO 

è il primo dei quattro intrattenimenti poetici che spezzano la lettura dell poesie alternandosi ad immagini simili a quelle in copertina.
Continua a leggere...

CRONOLOGIA POETICA

La Mela Verde

1980 -1993IL TEMPO E' UN AMICO DIFFICILE

L'Arcana Tentazione

1993 - 1998 - Solo chi saprà ascoltare la tortura d'ogni singola parola, potrà cogliere un soffio della mia vita.

Il Bianco e il Nero

1998INTRATTENIMENTO POETICO

Madrigale

1998 - 2000BANALISMI DI ACUTA OSSESSIONE

Cromosomnia

2000 - 2002SPASMI, RINUNCE E SILENZI

Disarmonie

2004 - 2005 - POESIE

Stanze

2006 -2008L'ARCHITETTURA DEL SENTIMENTO

L'Anonimo Assoluto

2012 - 2014L'UNIVERSO POETICO

Ψ PSI

2016 - 2018 - SCIENZE POETICHE