Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

2018 -2019 - FRE

Piccola raccolta di poesie impulsive ispirate da colei che ha lasciato che il tempo mi  cancellasse.



e venne il canto degli amanti apocrifi 
come il veto degli ingenui 
a stroncar respiri

.

.

.

.

.

FRE
28 NOVEMBRE 2018 BOLOGNA

come Cuba
come l'India e i profumi d'incenso
come il Brasile a mostrarti la storia
come la terra bruciata della Puglia
come l'isola il mare l'amaca al vento
come il prato della Romagna
come le foreste le foglie ai cervi

come al mattino i fumetti
il divano e i fiori di Chia

come le piante 
e le mostre i pittori le tele e i nostri colori

come le feste la spiaggia d'estate
la notte si balla caipiroska e cannucce

come lo scorrere del tempo
che consuma i corpi nutrendo l'anima

come la vita da vivere
e la vita vissuta

come i tuoi occhi al mattino

come l'Irlanda e il mare d'Inverno
come l'Andalusia la Golf e il Tinto de Verano

come la distanza
le foto e gli odori

come i nostri nomi uguali
che anagrammano il chiamarsi vicini

come il silenzio 
che ci rende anonimi
e le lettere che perdo per strada.

FRE#2
07 DICEMBRE 2018 BOLOGNA

le linee chiamavano il rumore di fondo 
che il dolore lascia alle vene
di tratti scomposti e poco chiariti

le goffe promesse
lasciavano sognar di se a cavalcar cicloni
come la resa sull'uscio di casa
di anni d'affanno e foto sublimi

lo schiarir dei pensieri
sfociava nel sommesso bagliore 
di racconti svaniti e viaggi perduti
come al tramonto le ombre di sera
a portar via le anime stanche

il perlato vigore di quel frangente
assumeva una dignitosa compostezza

ma era solo un riflesso d'appiglio
per l'eterea speranza nel rivedermi conteso

fu allora 
che svanì l'indiscutibile senso di pudore
e venne il canto degli amanti apocrifi
come il veto degli ingenui
a stroncar respiri

 
 

FRE#4
26 DICEMBRE 2018 BO

lontano è l'ascolto
così come il tuo viso
sfuocato da un tempo assente

ma sono qui
in questo giorno senza cuore
a stringermi forte

senza che tu lo sappia
senza che tu lo veda
senza che la neve tocchi terra

 

FRE#3
13 DICEMBRE 2018 BO

afferra questo alito di vento
e perdonami per non averti perdonata mai
per non averti inteso
in quelle che tu definivi pieghe

abbiamo le nostre orme alle spalle
che si allontanano in direzioni opposte

ed io odio questo corpo

ma quel che lega la coscienza all'istinto
è un collante che non sempre scopriamo di avere
e quando avviene
è già troppo tardi per indossarlo

ben venga quindi questa tormenta 
ben venga in tutta la sua magnificenza
coi suoi colori saturi 
e un orizzonte da scavalcare

qualcuno ti dirà che hai fatto bene
molti ti regaleranno secondi di silenzio prima di risponderti
altri non avran coraggio
qualcun'altro tenderà un sorriso per nascondere se stesso

ma io voglio riempire queste vene di rosso 
come il vino che sfiamma nello stomaco 
a distogliere la mano dal tuo pensiero
per questo fiore inascoltato
che annaffio ancora
sul nostro balcone

CRONOLOGIA POETICA

La Mela Verde

1980 -1993IL TEMPO E' UN AMICO DIFFICILE

L'Arcana Tentazione

1993 - 1998 - Solo chi saprà ascoltare la tortura d'ogni singola parola, potrà cogliere un soffio della mia vita.

Il Bianco e il Nero

1998INTRATTENIMENTO POETICO

Madrigale

1998 - 2000BANALISMI DI ACUTA OSSESSIONE

Cromosomnia

2000 - 2002SPASMI, RINUNCE E SILENZI

Disarmonie

2004 - 2005 - POESIE

Stanze

2006 -2008L'ARCHITETTURA DEL SENTIMENTO

L'Anonimo Assoluto

2012 - 2014L'UNIVERSO POETICO

Ψ PSI

2016 - 2018 - SCIENZE POETICHE

Fre

2018 -2019 - FRE

izmir escort izmir escort ankara escort ankara escort altyazılı porno travesti porno rus porno